25 Marzo 2019
RSS Facebook Twitter Linkedin Digg Yahoo Delicious
OkNotizie

Featured News

MultimediaMente - Awards

siti internet
net parade migliori siti
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Review www.multimediamente.it on alexa.com

AdsManager Search


Lunedì 25 Febbraio 2013 16:30

Dredd

Written by  Obi Wan Kenobi
Rate this item
(13 votes)

La seconda volta può essere quella buona e in questo caso dopo il deludente, sotto molti aspetti, primo tentativo questo nuovo adattamento rischia di far pace con tutti gli appassionati del Giudice per antonomasia. Nell’adattare un fumetto per il grande schermo il vantaggio è sicuramente quello di avere moltissime fonti, tutte perfette e solo in attesa di essere sfruttate a dovere per ottenere un prodotto sicuramente fedele alla sorgente ma anche qualitativamente degno di nota.

Dal primo tentativo è passata molta acqua sotto i ponti, quanto meno c’è stata una lunga e produttiva pausa di riflessione, troviamo un cast rinnovato, un regista (Peter Travis) capace e duttile, attori tagliati per i vari ruoli, Karl Urban è l’arcigno Judge Dredd e uno sforzo produttivo di quasi 50 milioni di dollari. Non sempre produzioni di alto livello sono garanzia di successo, ricordate il precedente film, presentava un cast di tutto rispetto, Max Von Sydow, Rob Schneider, Armand Assante e nei panni di Dredd cotanto Sylvester Stallone. Probabilmente il taglio non del tutto drammatico non ha giovato, l’uso della commedia non è in linea con Dredd e nonostante la produzione fosse, come accennato, impegnata i risultati sono stati risibili. Se guardiamo inoltre alla fedeltà della trasposizione beh, probabilmente il profilo di Stallone andava anche bene in tenuta da battaglia ma se c’è una cosa che Dredd non fa mai, mai e poi mai è togliersi il casco.

Per tutti coloro non familiari con il celebre fumetto di 2000 AD, Dredd vive in un futuro post nucleare, la terra è quasi del tutto una landa radioattiva e la gente vive in mega agglomerati dove la criminalità la farebbe da padrona se non fosse per un efficiente sistema d’ordine rappresentato dai Giudici. Ogni giudice ha potere di giudizio e condanna ed è in grado di eseguire la stessa immediatamente. Dredd è un ghigno perpetuo, grande forza fisica e di volontà ed è la personificazione dell’implacabilità. Il giudizio deve arrivare per ogni criminale e state pur certi che è ciò che i giudici fanno. Nel dettaglio Dredd durante una “normale” giornata di lavoro viene affiancato da una giovane giudice sensitiva che deve anche valutare ed addestrare. Dovranno affrontare la minaccia di una delle signore della droga più spietate, Ma-Ma interpretata efficacemente da Lena Headey. Lo scontro sarà senza esclusione di colpi, violenza quanto basta e un’azione incessante e coinvolgente. Tutti gli elementi sono definiti e pronti a produrre una miscela altamente esplosiva, è un piacere gustarselo in alta definizione con degli effetti sonori avvolgenti e ben calibrati.

Come spesso accade in questi casi se il protagonista è credibile la storia va da se, funziona. Karl Urban è Dredd, senza inutili sfarfallii di effimero, la storia è un concentrato di performance, ruvide ed assemblate per un segmento tutto azione davvero solido. Il rating serio ne fa un prodotto adatto a spettatori adulti e in questo caso la profondità della storia e le caratterizzazioni ne traggono grande beneficio. Dredd qui è solo Dredd e il ghigno di Urban è anche il segno identificativo del Giudice. Il suo casco resta in testa come deve essere. Il rimpianto semmai nasce dal fatto che se ci fosse stato maggiore sforzo produttivo allora questo film sarebbe sicuramente diventato un esempio in quanto a fedeltà.

In attesa di un seguito, ormai molto probabile, è possibile apprezzare questo film in blue-ray, anche in 3d, una volta tanto questa simbologia non è usata a caso, gli effetti sono puliti ed adeguati e sposano quella necessaria contingenza che permette al 3d di essere così appagante. Il mio giudizio non può che essere immensamente positivo, se non si ha paura di osare i risultati arrivano. Se per caso voleste approfondire sulle strisce, leggete senza dubbio un crossover che vede protagonisti il nostro Dredd e niente meno che il Batman, avete capito bene. Leggete e deliziatevi.

 

 

Last modified on Lunedì 25 Febbraio 2013 16:31

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Popular1

Popular2

Popular3

Popular4

Popular5

Popular6