23 Settembre 2018
RSS Facebook Twitter Linkedin Digg Yahoo Delicious
OkNotizie

Featured News

MultimediaMente - Awards

siti internet
net parade migliori siti
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Review www.multimediamente.it on alexa.com

AdsManager Search



Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458
Displaying items by tag: usa

David Kalac, 33enne di Port Orchard, nello Stato di Washington ha ucciso la fidanzata, ma prima di scappare ha voluto condividere online le foto del cadavere della ragazza  su 4chan, diventato famoso qualche mese fa a seguito degli scatti hot e hackerati delle dive di Hollywood. La donna uccisa si chiama Amber Coplin, 30enne e madre di un ragazzo di 13 anni, avuto da un’altra relazione. Il delitto è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, Kalac prima di fuggire ha scritto sui muri dell’abitazione dell’ex partner frasi deliranti ‘’Mi ha ucciso prima lei’’ e ‘’ brutte notizie’’.

La vicenda è stata riportata dal Mirror Online. Dopo aver postato online le foto del cadavere e della scena del crimine, molti utenti dubitavano sulla autenticità delle immagini, Kalac ha risposto Capisco che siate perplessi, ma fidatevi, è tutto vero. Suo figlio tornerà presto da scuola e scoprirà tutto, seguite i notiziari su Port Orchard e ne sentirete parlare» Purtroppo non era una bufala: a scoprire il corpo della donna è stato proprio il figlio, che ha chiamato la polizia. L’uomo ha fatto perdere le sue tracce lasciando la macchina in un parcheggio, ma la notte stessa è stato rintracciato grazie alla geolocalizzazione del suo smartphone. È stato arrestato e deve rispondere per omicidio e violenza domestica - la cauzione è stata fissata per 2 milioni di dollari.

Published in World

Anche l’agente più navigato non è riuscito a rimanere impassibile a quello che i suoi occhi stavano vedendo in quella cucina. Una scena agghiacciante: sopra il pranzo c’era un piatto con un resto di una parte di osso cranico, sulla padella ancora resti di carne umana cucinata e del sangue. Un pranzo indimenticabile preparato nello stato dell’Indiana dal 33enne Joseph Oberhansley, così speciale ad avere un nome quello di Tammy Jo Blanton, l’ex fidanzata. Il cannibale è accusato di omicidio, abuso di cadavere e violazione di domicilio. La vicenda è accaduta lo scorso 11 settembre,  quando l’uomo ha ucciso accoltellando l’ex ragazza ,per poi cucinare alcune parti del suo corpo.  Il fatto ha sconvolto tutto il quartiere della vittima che risiedeva a Jeffersonville. Da come racconta il sito hlntv.com, la polizia è stata avvisata da un collega della donna, perché preoccupato per non vederla al lavoro. Gli agenti sono andati a verificare di persona in casa della Blanton. Quando hanno bussato, ad aprire la porta è stato lo stesso Joseph Oberhansley. La polizia insospettita vedendo una ferita nella mano dell’uomo, non hanno creduto alla versione del killer, così hanno deciso di fare irruzione in casa. Il capo della polizia ha riferito ''Abbiamo notato subito macchie di sangue in tutta la casa e la porta sul retro sfondata. Così abbiamo perquisito Oberhansley e gli abbiamo trovato un coltello sporco di sangue e capelli nella tasca posteriore dei jeans” ha dichiarato la polizia''.

Nel bagno la polizia ha trovato il corpo della donna coperto da un telo, purtroppo al cadavere mancavano delle parti del corpo come quella anteriore del cranio,  e c’erano resti di tessuto celebrale nella vasca. L’autopsia ha rivelato che al corpo della donna mancava anche il cuore. Dopo molte ora di interrogatorio Oberhansleyc  ha confessato, dicendo di essere entrato dal retro della casa, poi ha trovato l’ex fidanzata nascosta nel bagno e l’ha uccisa colpendola più volte con un coltello. Con un seghetto ha mutilato il suo corpo e aperto il cranio. Come se non bastasse ha cucinato una porzione del suo cranio, ma ha preferito mangiare l’altra parte cruda.

Published in World

Già venire a conoscenza che una bambina di 9 anni si esercita in un poligono di tiro fa accapponare la pelle, poi sapere che in quel luogo maledetto è successa anche una tragedia, non può che lasciare a tutti noi un senso di vuoto. Una bimba di 9 anni con una mitraglietta in mano ha sparato, uccidendo tragicamente il suo istruttore mentre questo le mostrava l’utilizzo dell’Uzi atomica. Il fatto è accaduto in Arizona, precisamente a di Lake Havasu City. L’uomo ance lui giovane di 35 anni, si trovava vicino alla bambina nel famoso poligono di tiro White Hills.

Il fatto ha voluto che quando la bambina ha premuto il grilletto per il rinculo , l’arma si è girata colpendo la testa dell’istruttore. Trasportato d’urgenza in un ospedale di Las Vegas, purtroppo da subito le sue condizioni sono apparse disperate, morendo al suo arrivo. La bambina di cui non si sono rese note le generalità era al poligono con i suoi genitori. L’’arma a quanto pare gli è sfuggita al controllo, passando dalla modalità dello sparo singolo a quello continuo o ripetizione.

Published in World

Il destino è beffardo, soprattutto ingiusto per alcune persone. Ma la mente umana lo è ancora di più: un'idea sbagliata, un presentimento che può portare a una vera ossessione, tanto da condizione la propria vita sociale e l'abbandono di se stessi. Questo è quello che è accaduto a Seemberjeet Kaur una donna americana di 34 anni che credeva di avere un cancro terminale, tanto da convincerla a farla finita e sparire dai suoi affett. Per questo è morta suicida prima che la malattia secondo lei  la consumasse del tutto. Ma come abbiamo detto precedentemente il destino è strano a volte si fa beffa di noi. Quando è stata effettuata l’autopsia sul cadavere ha rilevato che la donna non aveva nessun tumore, purtroppo le sue paure erano infondate poiché non aveva nessun segno di alcuna patologa. Tutto è iniziato nel 2013 quando Seemberjeet Kaur ha iniziato con i primi malesseri.

Dopo avere fatto delle ricerche su internet si era completamente auto convinta di avere un cancro terminale allo stomaco. Ma da quel che abbiamo capito non aveva mai chiesto il parere di un medico. Depressa e disperata ha visto come unica soluzione ‘’ il suicidio’’. Due mesi fa ha preso un taxi, poi arrivata al fiume è sparita. Il suo corpo è stato ritrovato dopo 42 giorni  dalla denuncia della sua scomparsa. In merito ad alcuni siti sul web ( specialmente quelli di medicina), sarebbe opportuno essere certi che l'articolo è stato redatto da un professore. Poiché visto l'argomento delicato  dove una persona cerca informazioni per la propria salute, troviamo abbastanza non professionale e corretto che simili argomenti vengano trattati da un semplice scrittore ‘’ freelance’’, probabilmente anche informato  – ma non professionista e laureato nel campo della medicina e in specifiche patologie.  Poi per quanto riguarda le cure alternative, quello è un altro discorso.

Published in World

Per tutti, vicini di casa compresi, la famiglia Rader aveva due sorelline e un maschio. Nessuno era a conoscenza che all’interno di quella casa c’era anche un quarto fratello, malnutrito, costretto a mangiare insetti per sopravvivere. Il bambino sembrava  un fantasma uscito da un campo di concentramento. Si perché A. R di 8 anni quando è stato ritrovato pesava appena 11 chilogrammi. A giugno un vicino di casa ha visto uno ‘’scheletro vivente che camminava’’ , l’uomo ha chiamato la polizia che dopo aver bussato laporta dei Rader a Greenville, in Pennsylvania, si sono visti di fronte quel bambino denutrito che immediatamente è stato portato d’urgenza in ospedale. I dottori hanno ritenuto che ancora un mese in quelle  condizioni sarebbe morto.

Gli aguzzini erano la mamma di 28 anni, la nonna Deana Beighley di 48 anni, e il  nonno Dennis Beighley di 59. Al piccolo venivano somministrate piccole porzioni ( neanche tutti i giorni) e gli era stato negato ogni contatto - segregato in casa, solo negli ultimi tempi poteva uscire sul cortile delle casa. A digiuno forzato aveva iniziato a mangiare tutti gli insetti che gli capitavano in giardino. Proprio in una di quelle circostanze, un  vicino di casa si è accorto di quello spettro- bambino. I parenti ora sono accusati e dovranno  rispondere di tentato omicidio e di altri reati minori. Il giudice ha fissato la cauzione a 100 mila dollari a testa. Gli avvocati invece degli imputati hanno dichiarato che il bimbo era affetto da un  problema legato all'ormone della crescita e di conseguenza  non riusciva a mettere su peso. Il difensore della nonna ha detto che al bambino venivano somministrati tre pasti regolari, ma era lui stesso a stimolare il vomito. Pronta la risposta dei medici che hanno confermato che da quando A. R è in ospedale, il suo peso è aumentato di 9 chilogrammi. Prima la pelle in certi punti si era strappata perché le sue ossa sporgevano di fuori.

Published in World

Non deve essere stato un bello spettacolo  quello di un padre che tornato da lavoro ha visto il figlio di 11 anni subire le molestie in un  letto dal suo baby sitter. La vicenda è avvenuta in Florida a Daytona beach. L’uomo un padre di 35 anni ha sorpreso Raymond Frolander, il baby sitter di 18enne, nel letto insieme al figlio di 11 anni. In quel momento è scattata una violenza che non ha conosciuto ragioni da parte del papa, tanto da aver picchiato così forte a sangue, lasciando  il babysitter svenuto in una pozza di sangue. Calci, pugni, la reazione del padre scioccato da quella scena. Successivamente l'uomo ha telefonato  per avere un'ambulanza e la polizia:  dove ha detto <<Sono tornato a casa ho trovato il babysitter che molestava mio figlio, L'ho lasciato a terra in una pozza di sangue. Potete venire a prenderlo».

Il babysitter, un vicino di casa  era solito occuparsi del bambino. In base alla ricostruzione degli agenti,il ragazzo ha ammesso ( ora in carcere), che gli abusi erano già iniziati quando il bambino aveva 8 anni, 3 anni fa.  Per il ragazzo non è prevista nessuna uscita con cauzione, su di lui grava l’accusa  di violenza sessuale su un minore di 11 anni. Jimmie Flynt, il portavoce della polizia ha dichiarato che l’uomo si  comportato come qualunque papa normale – che non sarà perseguitato  per aver picchiato il babysitter di suo figlio. , Mike Chitwood, capo della polizia di Daytona Beach – ha  riferito -  <<il bambino per timore non avrebbe mai fatto parola con nessuno >>. Domanda da 1 milione di euro '' Se fosse successo in Italia ? '' Ora  magari il padre che ha difeso il figlio avrebbe una bella denuncia?''

Published in World

Boston – Ieri alla maratona di Boston è tornato il terrore degli attentati, due esplosioni a 12 secondi di distanza dall’altra, hanno causato terrore in ina delle maratone più famose al mondo, un evento arrivato alla sua 117 anni edizione. L'esplosione ha fatto: tre vittime tra cui un bambino di 8 anni, 144 i feriti e ricoverati in ospedale, molti in gravi condizioni. Ormai anche l’FBI afferma che si è trattato di un attentato.

Il Presidente  Barack Obama ha dichiarato “Daremo una risposta immediata a questa situazione, non sappiamo perché, non abbiamo la situazione chiara però troveremo chi è stato e chi lo ha compiuto tutto questo”.

Intanto è stato perquisito un appartamento nel quartiere di Revere, la polizia sta cercando un uomo di colore che tentava di entrare in una zona sorvegliata prima dell’attentato. Un 20enne ricoverato perché ferito nelle esplosioni è piantonato dalla polizia, ma che ha chiarito che non è in stato di fermo.

 

foto: via [news.com.au]

Published in World

Da una recente statica  guidata da mail one, riguardo alla nazione con il più alto numero di obesi  è emerso, che la popolazione con più gente sovrappeso è il Kawait, stranamente a quanto tutti potessero pensare agli Usa, il paese del junk food. Dietro al secondo posto  le Trinidad e Tobago, a seguire l’Argentina che a quanto pare anche in altri Stati sudamericani è concentrato il maggior numero di persone in carne.

Tuttavia nei primi 10 posti non compare nessuna nazione europea con il più alto tasso di obesità, l’Italia è collocata al 73esimo posto. Prima del bel paese troviamo il Regno Unito e la Germania.

Praticamente per trovare la più alta concentrazione di   uomini e donne in carne, bisogna dirigersi  nel centro Africa, medio oriente, Nuova Zelanda e Australia. Nel vecchio continente il primato con più obesi è attribuito alla Germania 23esimo al mondo, a seguire la Gran Bretagna 26esimo al mondo, l'Austria (34esima), la Svizzera (41esima). Prima di noi i belgi al 72esimo posto,  ma più informa degli italiani, irlandesi, olandesi, francesi, ucraini e lettoni.

 

foto: via[nutrirsimeglio]

Published in Health
Martedì 02 Aprile 2013 13:50

Una pistola in ogni famiglia

Usa - Tucson in Georgia – Il sindaco Nelson lamenta la mancanza di agenti di polizia che possano controllare e proteggere la sua città di circa 1300 abitanti e quindi vara un’ordinanza che fa clamore: ogni capo famiglia dovrà avere una pistola in casa.

“E’ un deterrente contro la criminalità per proteggere i cittadini”.

Una decisione che contrasta appositamente la politica che vuole ridurre il possesso di armi tra i civili condotta dallo stesso presidente degli Stati Uniti.

Chi non rispetterà tale ordinanza non subirà alcuna pena e soprattutto essa non riguarderà le persone con problemi fisici e quelle con precedenti penali, fa sapere Nelson.

Published in World

Non ha fatto in tempo ad uscire  che il thriller Letto di ossa  (Mondadori)della sorprendente Patricia Cornwell , è già campione di incassi. Il precedente  libro della scrittrice a un anno da quest’ultimo fu Nebbia rossa (Mondadori). Letto di ossa descrive la ventesima vicenda del famoso medico legale Kay Scarpetta, che già dalla prima uscita nel 1990 con Postmorten (Mondadori), riuscì ad appassionare milioni di lettori. 

Nel nuovo thriller Kay dovrà vedersela con la scomparsa di Emma Shubert una paleontologa di fama mondiale, sparita nel corso in uno scavo archeologico in Canada. Contemporaneamente il mistero si fa ancora di più fitto a causa di altre 2 sparizioni e un rinvenimento di un cadavere che sembra essere collegato alla scomparsa di Emma.

Purtroppo questa volta la dottoressa Kay trovo un muro ostile da parte della sua famiglia, che non appare propensa a darle un aiuto come nelle passate circostanze. A quanto pare l’ultimo thriller della scrittrice sembra che abbia preso spunto dalla sua stessa vita privata. Qualche tempo fa la Cornwell avrebbe chiesto un risarcimento ai danni della Block & Anchin, la società delegata che amministrava il suo patrimonio colpevole secondo l’artista di aver gestito male i suoi beni. La Cornwell ha vinto la battaglia legale vedendosi risarcire una cifra record di 51 milioni di dollari.

 

foto: via [newsleonardo.it]

Published in Cultura
Pagina 1 di 4

Popular1

Popular2

Popular3

Popular4

Popular5

Popular6