12 Dicembre 2017
RSS Facebook Twitter Linkedin Digg Yahoo Delicious
OkNotizie

Featured News

MultimediaMente - Awards

siti internet
net parade migliori siti
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Review www.multimediamente.it on alexa.com

AdsManager Search



Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Hai ancora delle lire? È ancora possibile convertirle in euro.

Written by  Gianluca
Rate this item
(0 votes)

Una  notizia che piacerà probabilmente a quegli italiani possessori ancora delle vecchie lire –  infatti sarà di nuovo possibile convertirle in euro. A stabilirlo è un’ordinanza da parte del tribunale di Milano che si contrappone alla decisione del 2011 del Governo Monti. Al tempo fu varato il decreto legge ( 121/2011), che in deroga alla legge del 2002, decretava che “le lire ancora in circolazione si prescrivono a favore dell’Erario con decorrenza immediata” e che “il relativo controvalore è versato all’entrata del bilancio dello Stato per essere assegnato al fondo per l’ammortamento dei titoli di stato”. Praticamente il limite massimo era il 28 febbraio 2012.  Un trucco che faceva risparmiare alla casse dello stato 1,5 miliardi di euro.

La cosa non piacque ai contribuenti, in particolare alla la Federcontribuenti che polemizzò con la manovra di Monti applicata"tra il silenzio e l'indifferenza generale" che ‘’ rubava’’ miliardi di euro agli italiani non informati. Proprio la Federcontribuenti chiese aiuto a Adusbef e Federconsumatori, Banca Italia, di concedere una proroga. Tutto ciò a favore di quei cittadini che per svariate questioni non avevano convertito il proprio gruzzoletto, magari lasciato dai genitori o nonni, o soltanto dimenticati in un cassetto.

 

foto - vitadamamma.com

Per chi invece è possessore delle 10 lire del 1947, può ricavare su eBay o da qualche altra parte anche 5.000 euro. Riguardo alla questione delle lire non convertite, il giudice Guido Vannicelli ha considerato non valida la tesi del Governo Monti che anticipò di 2 mesi il cambio dell’ex valuta italiana. Tale manovra per il giudice  è anticostituzionale e viola gli articoli 3 e 97 della Costituzione, cioè il principio di affidamento e di certezza del diritto, rivelandosi una vera e propria “espropriazione” di un bene. Il caso più eclatante è di un nonnino di 98 anni di Foggia,  che tempo fa riordinando una credenza trovò all’interno dei barattoli di conserva 38 milioni delle vecchie lire. Che dite i nipoti andranno a convertirli in euro?

 

Last modified on Martedì 15 Luglio 2014 17:57
Gianluca

Gianluca

La scrittura mezzo da sempre che ha determinato la volontà degli uomini e il loro sapere. A mio modo anch'io curo i miei pensieri attraverso l'arte dello scrivere.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Popular1

Popular2

Popular3

Popular4

Popular5

Popular6