13 Dicembre 2017
RSS Facebook Twitter Linkedin Digg Yahoo Delicious
OkNotizie

Featured News

MultimediaMente - Awards

siti internet
net parade migliori siti
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Review www.multimediamente.it on alexa.com

AdsManager Search



Warning: Creating default object from empty value in /var/www/vhosts/multimediamente.it/httpdocs/components/com_k2/models/item.php on line 458

Bollo auto 2015: guida su come pagare il giusto importo

Written by  Gianluca
Rate this item
(1 Vote)

Il bollo auto sulla macchina di proprietà assieme al canone Rai, è una delle tasse più odiate dagli italiani. Se da una parte la rete ci consente di compare Quixa e altre agenzie, con il fine di individuare la polizza RCA più conveniente. Il bollo poiché imposta, non lascia nessuna alternativa. Con il 2015 però, a seguito dell'approvazione sulla Legge di Stabilità 190/14 emanata nella Gazzetta Ufficiale, ci sono delle novità che riguardano: la modalità di pagamento e scadenza. Di seguito vediamo una semplice guida su: come pagare il giusto importo inerente al bollo auto 2015.

  • Scadenze regionali - La prima cosa da fare è quella di verificare la data di scadenza, perché varia da regione a regione. Di solito il temine ultimo è il 31 gennaio 2015, ma è di buona norma controllare sul sito della vostra regione di residenza. In caso di ritardo del pagamento, la mora parte dopo 2 mesi dal giorno della scadenza. In pratica, fino al 28 di febbraio l'utente potrà pagare il bollo senza rincari. Come funziona la mora? Per chi paga entro i 14 giorni dalla data di scadenza, il bollo è soggetto al rincaro dello 0,2%. Tra i 15 - 30 giorni la mora sale al 3%, dopo un mese il costo sale a 3,75%. Qualora il mancato pagamento ha superato l'anno, l'aumento è pari al 30%. Ad ogni modo, è importante sapere che gli interessi legali giornalieri sono dell'1%.
  • Come calcolare il bollo auto - Il bollo auto cambia a seconda della potenza, e al tipo di macchina del proprietario. Quindi è opportuno calcolare anticipatamente l'esatto importo da versare. Per effettuare questa operazione, è sufficiente utilizzare online dei diversi tool, pensati per aiutare il proprietario di un veicolo. I più famosi sono quelli presenti nel portale dell'Agenzia delle Entrate e ACI. L'interessato non dovrà far altro: che digitare il numero di targa, regione di residenza.
  • Pagamento dell'imposta - Per pagare il bollo d'auto è indispensabile recarsi presso una sede ACI o rivolgersi agli sportelli virtuali ACI di Bollonet. In alternativa, sono autorizzati  al ricevimento del pagamento: gli uffici postali del territorio, tabaccai che appartengono al circuito della Lotttomatica, o abilitati a Banca ITB. Oppure quelle agenzie ( pratiche auto), che offrono servizi agli automobilisti, e altri di home banking nazionali. Gli importi  possono variare tra i 1,50 e 1.87 euro. Per maggiore informazioni vi consigliamo di controllare il sito di ACI.
  • Categorie esentate - Continuano a beneficiare dell'esenzione le auto elettriche fino ai 5 anni di immatricolazione. Le vetture intestate a disabili o ai loro accompagnatori ( a carico fiscalmente). Mentre invece, per quanto riguarda le auto storiche da quest'anno l'esenzione è valida solo per le vetture con più di 30 anni. Sarà compito di ogni regione stabilire i costi per le auto immatricolate da 20 a 30 anni fa.
Gianluca

Gianluca

La scrittura mezzo da sempre che ha determinato la volontà degli uomini e il loro sapere. A mio modo anch'io curo i miei pensieri attraverso l'arte dello scrivere.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Popular1

Popular2

Popular3

Popular4

Popular5

Popular6